Trekking e passeggiate

Le piramidi di Zone

Centro lago

  • Scheda tecnica
    • Difficoltà
      Medio Escursionistico
    • Tempo
      1 h
    • Durata
      1 ora
    • Distanza
      1 km
    • Dislivello in salita
      200 m
    • Informazioni aggiuntive
      Non adatto a famiglie con bambini piccoli ed anziani non abituati alle camminate
    • Località di partenza
      Cislano di Zone
    • Località di arrivo
      Cislano di Zone

CONDIVIDI CON UN AMICO!

Dal centro di Marone, si sale in direzione di Zone e si giunge nella frazione di Cislano dove, in un comodo parcheggio con parco giochi, è situato l'ingresso della Riserva Regionale delle Piramidi di Erosione. Istituita nel 1984, prende il norne dalla particolare forma che il deposito morenico di sabbia, massi e ciottoli ha acquisito nel corso dei secoli, trasformandosi in lingua di roccia alte fino a 30 metri, con masse di grandi dimensioni adagiati sulla loro sommita, a fungere da scudi protettivi. Ad accrescere questa azione protettiva, e presente attorno alla piramide di terra una pellicola costituita da argilla insolubile, che viene trasportata dall'acqua lungo i fianchi della struttura. II processo di erosione, prodotto dagli agenti atrnosferici, è continuo e visibile nel giro di attune decine di anni. La Riserva si estende su una superficie di circa 21 ettari, ad un'altezza tra i 400 ed i 600 metri s.l.m. All'interno di essa si sviluppa un percorso circolare di media difficolta, sconsigliato alle famiglie con bimbi motto piccoli e agli anziani non abituati alle camminate. Lungo il sentiero sono posizionati alcuni cartelli esplicativi, che danno informazioni al visitatore circa il fenomeno naturale delle piramidi di terra e le caratteristiche del territorio the le ospita. La riserva è sempre aperta, visitabile tutto l'anno e l'accesso è libero. Da evitare i periodi di pioggia e neve che rendono il sentiero piuttosto pericoloso e le ore più calde nel periodo estivo.Non adatto a famiglie con bambini piccoli ed anziani non abituati alle camminate. In prossimita dell'ingresso, merita una visita la chiesa di San Giorgio, con l'affresco esterno del Santo che uccide il drago. Variante consigliata - Da Cislano (617 m) è possibile raggiungere la cima del Monte Guglielmo (1.948 m), la montagna dei bresciani. Scendendo in automobile verso Marone, si svolta a sinistra in direzione Santuario Madonna della Rota e si raggiunge il rifugio Croce di Marone (1.166 m). Da qui, si prosegue a piedi lungo una strada sterrata (sentiero Cai 290) e, passando per il rifugio Malpensata (1348 m) e le malghe Guglielmo di sotto (1575 m) e Guglielmo di sopra (1744 m), si sale al Rifugio Almici (1.861 m). Un ultimo breve sforzo conduce al monumento del Redentore (1.948 0), dove si gode un panorama mozzafiato a 360° sul lago e le valli sottostanti. Nelle giornate limpide si distinguono il Monte Rosa, l'Adamello e la Pianura Padana (a/r Croce di Marone - M.Guglielmo: 4,40 h).

Vota questo articolo
(2 Voti)
Letto 13267 volte Ultima modifica il Lunedì, 20 Agosto 2018 07:55